UN VIAGGIO ITALIANO – 6000 VISITATORI PER GIORNATA “PORTE APERTE” ALL’AMBASCIATA D’ITALIA A WASHINGTON

Washington, 10 maggio 2014 – Musica, arte, cultura, scienza, made in Italy e buona cucina. L’Ambasciata d’Italia a Washington, al pari di quelle degli altri Stati membri dell’Unione Europea, ha aperto oggi le porte al pubblico per celebrare il “Giorno dell’Europa”. Circa 6000 visitatori hanno sfidato il maltempo per ammirare l’Ambasciata, ma anche per partecipare al ricco programma di attività proposte in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura a Washington e con una lunga lista di partner tra associazioni, imprese e altri organismi. Tema della giornata, “Un viaggio italiano – How Italians discovered the world”. Da Cristoforo Colombo e Amerigo Vespucci ai manifesti vintage dell’ENIT, dal Codice sul Volo degli Uccelli di Leonardo all’esplorazione spaziale dei giorni nostri, il tema è stato interpretato seguendo diverse chiavi di lettura. Gli artisti del Teatro Tascabile di Bergamo hanno danzato sui trampoli sulle note di Puccini e Bellini. La fotografa Anna Paola Pizzocaro ha offerto tour guidati della sua mostra surrealista “Unanswered Prayers”. I visitatori più giovani hanno potuto prendere parte, grazie alla partecipazione di associazioni come Casa Italiana, Dive, Fillmore Arts Center, Italian Cultural Center, Italian Cultural Society, Italians in DC e Smatch e alle esibizioni della “Fata Italiana”, a giochi e laboratori dedicati alla lingua italiana. Spazio anche per la gastronomia italiana e per modelli di automobili e motociclette made in Italy. Con video suggestivi, la manifestazione ha permesso inoltre di promuovere Expo Milano 2015.

“Una bella occasione per festeggiare l’Europa, promuovendo quanto di meglio l’Italia ha da offrire” – ha commentato l’Ambasciatore d’Italia a Washington, Claudio Bisogniero”. “La giornata porte aperte – ha egli aggiunto – ha poi consentito di illustrare a un vasto pubblico americano Expo Milano 2015 come esempio importante della nostra capacità di fare squadra tra attori pubblici e privati”.

L’evento è stato reso possibile grazie al sostegno di numerose imprese italiane: Argol Villanova, Calligaris, Costa Crociere, D’Appolonia, Dolci Gelati, Ducati, Enel, Eni, Ferrero, Fiat Chrysler, Finmeccanica, Lavazza, Lamborghini, Pelliconi, Peroni, Pirelli, Trevi Group e Ville d’Italia.