ITALIACAMP E L’AMBASCIATA D’ITALIA A WASHINGTON PROMUOVONO IL SEMINARIO “ENERGY AND INFRASTRUCTURE”, TRA GLI INCONTRI DELLA MISSIONE INTERNAZIONALE USACAMP

Washington, DC (27-02-2014) – Giunge nella capitale americana l’iniziativa “USACamp”, missione internazionale targata “ItaliaCamp”, associazione nata per promuovere l’innovazione sociale e per colmare la distanza tra la nascita di un’idea e la sua realizzazione.

Dopo un intenso calendario di eventi a New York per valorizzare le idee imprenditoriali di giovani italiani e il nostro “made and brain in Italy”, l’appuntamento a Washington è per sabato 1° marzo alle 18.00, quando l’Ambasciata d’Italia ospiterà il “Global Executive Seminar Energy and Infrastructure”, una discussione sull’innovazione tecnologica nel campo dell’energia e delle infrastrutture. Al seminario, che sarà aperto dall’Ambasciatore d’Italia a Washington Claudio Bisogniero e moderato dal corrispondente del Corriere della Sera Massimo Gaggi, parteciperanno tra gli altri la Vice Presidente della Edison Foundation, Lisa Wood, l’Ambasciatore Giovanni Castellaneta, Presidente di SACE, e Francesco Starace, Chief Executive Officer di Enel Green Power.

“ItaliaCamp è sbarcato negli Stati Uniti per accompagnare il modello di “ecosistema dell’innovazione” che esso rappresenta verso il mondo imprenditoriale e della finanza USA”, ha commentato l’Ambasciatore d’Italia a Washington Claudio Bisogniero. “Si tratta di un’opportunità per sottolineare il dinamismo dell’Italia dei giovani, oltre che un modo per far nascere nuove collaborazioni”.

“Il seminario rappresenta l’occasione per alimentare un dialogo su prospettive di interesse strategico a livello bilaterale e transatlantico – sottolinea Fabrizio Sammarco, Presidente dell’Associazione ItaliaCamp – e gli autorevoli speaker indirizzeranno il dibattito verso le nuove sfide e le opportunità nel settore energetico, valorizzando le best practice made in Italy che saranno presentate nel corso dell’iniziativa.”

La missione USACamp, negli Stati Uniti dal 26 febbraio, giorno in cui ItaliaCamp ha organizzato il primo barcamp a Wall Street, si concluderà il 3 marzo con un incontro al Dipartimento di Stato americano, dove la delegazione italiana sarà accolta dall’Ambasciatore David Thorne, Senior Advisor del Segretario di Stato Kerry. USACamp ha il sostegno della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero degli Affari Esteri italiano, dell’Ambasciata d’Italia negli Stati Uniti, dell’Ambasciata degli Stati Uniti d’America in Italia e della Camera di Commercio Americana in Italia ed è supportata da: CNR, Enel Green Power, Eni, Ferrovie dello Stato, Finmeccanica, Gruppo Unipol, Invitalia, INPS, Padiglione Italia di EXPO 2015, Poste Italiane, RCS MediaGroup, SACE, Sisal, Terna e Wind Telecomunicazioni.