Italia-USA: parte dialogo approfondito e strutturato in materia di ricerca scientifica e innovazione negli ambiti della Difesa e della Sicurezza

Washington 29 maggio 2013 – Un incontro tra agenzie della Difesa e settore privato per sviluppare un dialogo approfondito e strutturato tra Italia e Stati Uniti in materia di ricerca scientifica e innovazione negli ambiti della Difesa e della Sicurezza prende oggi il via presso l’Ambasciata d’Italia a Washington. L’evento, della durata di tre giorni, e’ finalizzato all’approfondimento della conoscenza reciproca delle filiere di ricerca e innovazione nazionali e all’individuazione di opportunita’ di collaborazioni su tematiche specifiche, che verranno poi portate avanti nell’ambito di un ciclo di incontri tecnici che iniziano in questi giorni e proseguiranno nel corso dell’anno. L’iniziativa e’ promossa dall’Ambasciata e dall’ufficio dell’Addetto per la Difesa, la Federazione Aziende Italiane per l’Aerospazio, la Difesa e la Sicurezza (AIAD) in collaborazione con la Farnesina, il Segretariato Generale/Direzione Nazionale Armamenti del Ministero della Difesa, il Ministero dell’Istruzione dell’Universita’ e della Ricerca, l’Agenzia ICE, e vede la partecipazione, sul lato americano, dell’Ufficio per la scienza e la tecnologia della Casa Bianca, del Pentagono, del Dipartimento di Stato e dei centri di ricerca delle tre forze armate: l’Air Force Office for Science and Research (AFOSR), l’Office of Naval Research (ONR) e l’Army Research Lab.


Un ruolo importante è stato svolto dalla Federazione Aziende Italiane per l’Aerospazio, la Difesa e la Sicurezza (AIAD) che ha condotto e coordinato, nei mesi scorsi, di concerto con il Segretariato Generale/Direzione Nazionale Armamenti del Ministero della Difesa, un’indagine per raccogliere le proposte scientifiche che saranno oggi oggetto degli incontri tecnici, promuovendo e favorendo un’azione sinergica, in ambito nazionale, tra Industria, Università e Centri di Ricerca.

“L’iniziativa – ha osservato l ‘Ambasciatore d’Italia a Washington, Claudio Bisogniero – nasce dalla constatazione delle numerose opportunita’ di collaborazione esistenti tra Italia e Stati Uniti in tema di ricerca di base e di innovazione tecnologica nel settore Difesa su tematiche come robotica, nanomateriali, energia, intelligenza artificiale. Con l’evento odierno si avvia un percorso concreto di collaborazione scientifica tra istituzioni, centri di ricerca e imprese sulla sicurezza del futuro”.