One Voice Coalition Adds the San Diego Symphony To its “Wall of Shame”

NEW JERSEY—- The Italian American ONE VOICE Coalition (IAOVC), the nation’s largest Italian American anti-bias group, has added the San Diego Symphony to its “Wall of Shame”.

The group has taken umbrage with the symphony’s recent event titled “The Godfather Live: A Reflection”. The event included a pre-event ‘Mafia Costume Party’.

sandiego-godfather “This was clearly an insult to all Italian Americans and should not have been staged. If it were any other nationality, it would be called bigotry, but when it involves Italian Americans it is believed to be all good fun and we are told to ‘lighten up.’ The IAOVC is demanding an immediate apology to this nation’s 25-million Italian Americans”, said One Voice president Dr. Manny Alfano.

Doctor Alfano is also asking all Italian Americans and Italian American organizations to join in contacting the symphony’s CEO Martha Gilman to express their displeasure (see contact number below).

The Italian American ONE VOICE Coalition is the nation’s only Italian American organization whose sole mandate is to fight stereotypes and bias against Italian Americans.

ONE VOICE has created the first-ever nationwide “rapid response” network of defenders and freedom writers who are activated quickly to respond to bias and stereotyping through emails, letters, and phone calls, through its Facebook page, Twitter account, posts and website (www.IAOVC.org

ONE VOICE is asking individuals and organizations to contact the following:

Martha Gilman, CEO
administration@sandiegosymphony.org

Robert Wilkins, Chief Operating Officer
orchestra@sandiegosymphony.org

Tommy Phillips, Director of Artistic Planning
tphillips@sandiegosymphony.org

Stephen Kouglas, Director of Public Relations
skouglas@sandiegosymphony.org

Seth Goldman, Chief Financial and Admin. Officer
sgoldman@sandiegosymphony.org

The conductor at San Diego Symphony Email Jahja Ling: info@jahjaling.com

Convivio, info@conviviosociety.org

 

Here’s a link of photos from the Mafia Costume party at the San Diego Symphony

https://www.facebook.com/#!/sandiegosymphony/photos_stream

Cut and paste and send one e-mail

administration@sandiegosymphony.org; orchestra@sandiegosymphony.org; tphillips@sandiegosymphony.org; skouglas@sandiegosymphony.org;sgoldman@sandiegosymphony.org; info@jahjaling.com; info@conviviosociety.org

 

Posted in Associations, Discrimination | Tagged , | Comments Off

Washington, seminario su contraffazione e su cooperazione Italia-USA il 27 aprile all’Ambasciata d’Italia

Washington, 24 aprile 2015 – Il 27 aprile l’Ambasciata d’Italia a Washington ospiterà il seminario “Fighting Counterfeits: Future challenges and cooperation between the US & Italy”, organizzato in collaborazione con l’agenzia U.S. Customs and Border Protection, il Segretariato Generale Interpol e alcune tra le imprese che quotidianamente subiscono il fenomeno. Focus sulle più ricorrenti forme di contraffazione: l’imitazione di marchi e articoli, l’uso indebito delle indicazioni di origine o qualità delle merci, l’artificiosa attestazione della loro corrispondenza a standard di sicurezza in realtà non rispettati e i relativi rischi in termini di affidamento commerciale dei consumatori e di tutela della salute.

 “Un fenomeno gravissimo, che minaccia direttamente il Made in Italy ed intossica l’economia legale. La lotta alla contraffazione è una delle priorità dell’azione del Governo italiano – ha dichiarato l’Ambasciatore d’Italia, Claudio Bisogniero – e la collaborazione internazionale è una delle componenti fondamentali per avere successo nell’azione di contrasto.”

Secondo il Rapporto CEN.S.I.S. 2014, il fatturato della contraffazione in Italia ammonta a 6,5 miliardi di euro all’anno. Un business illecito ad alta redditività, che vede protagonista, in misura crescente, il crimine organizzato transnazionale. Scopo del seminario è anche di valorizzare il lavoro svolto dalle forze di polizia e dai diversi organismi italiani impegnati in prima linea: Guardia di Finanza, Agenzia delle Dogane, Arma dei Carabinieri e Polizia Postale. Nel 2014 in Italia sono stati sequestrati circa 300 milioni di pezzi contraffatti per un valore stimato di circa 3 miliardi di Euro, e sono stati chiusi oltre 260 siti che vendevano articoli contraffatti, prevalentemente nel settore moda, o che commercializzavano prodotti audio e video in violazione dei diritti di proprietà intellettuale.

Posted in Food, Italian Embassy, Italy | Tagged | Comments Off

LA MARCA: INTERROGAZIONE URGENTE AL MINISTRO DEGLI ESTERI PER RIPORTARE LA LEGALITÀ E LA SERENITÀ NELLA COMUNITÀ DI TORONTO

Roma, 23 aprile 2015

Ho depositato un’interrogazione urgente al Ministro degli esteri affinché sia fatta pronta e totale chiarezza sulla vicenda elettorale del COMITES di Toronto.

L’iniziativa si è resa urgente per la constatazione di palesi irregolarità che avrebbero riguardato la presentazione della lista “Per l’Italia in cui crediamo”, l’unica in lizza. I fatti sono chiari. Nella circoscrizione di Toronto, alla luce della precedente gestione unitaria del COMITES (la volta precedente gli organismi di base in Canada sono stati di nomina consolare), tra tutte le principali componenti della comunità si è tentata di raggiungere un accordo per una lista rappresentativa di tutte le posizioni. A pochi giorni dalla scadenza, una delle componenti si è tirata improvvisamente indietro dichiarando di voler fare da sola. L’impossibilità di provvedere in così poco tempo da parte delle altre componenti ha fatto in modo che la lista con il prescritto numero di firme autenticate risultasse l’unica.

Nei giorni successivi, un noto esponente della comunità, il Signor Mario Marra, ha dichiarato che avendo raccolto numerose voci sul fatto che molti sottoscrittori non avrebbero mai firmato davanti a notaio o ad avvocato autorizzato ad autenticare la firma, si sarebbe recato dallo stesso autenticatore per chiedere spiegazioni e avrebbe avuto la risposta che lui non aveva autenticato nessuna firma di sottoscrittori. Della cosa, il Signor Marra ha prontamente e ripetutamente informato le autorità diplomatiche e consolari. A questa dichiarazione ha fatto seguito quella del Signor Gino Cucchi, Presidente uscente del COMITES di Toronto e sottoscrittore della lista “Per l’Italia in cui crediamo”, il quale ha detto per iscritto che lui stesso non aveva mai apposto la sua firma davanti a notaio o avvocato autenticatore. Subito dopo, altre sei persone, risultanti tra i sottoscrittori della lista, hanno dichiarato la stessa cosa, sempre per iscritto, aggiungendo anzi che nemmeno erano a conoscenza del fatto che avrebbero dovuto firmare davanti a pubblico ufficiale. Anche questa affermazione è stata portata all’attenzione delle autorità diplomatiche e consolari.

Ce n’è quanto basta per considerare la presentazione della lista gravemente viziata da irregolarità e per chiedere un immediato intervento di ripristino della legalità in ordine alle procedure elettorali relative al rinnovo del COMITES di Toronto.

Al di là degli aspetti formali, di per sé molto rilevanti, sono in gioco anche altre questioni di ordine sostanziale. La prima è che si sta sviluppando intorno a queste vicende una grave tensione all’interno della comunità che rischia di avvelenare il clima e i rapporti tra le diverse componenti, che in linea di massima sono stati sempre abbastanza sereni e ispirati ad un atteggiamento di collaborazione. E questo la comunità di Toronto francamente non se lo merita. La seconda è che le polemiche che si stanno sviluppando potrebbero dare alle autorità canadesi, notoriamente fredde rispetto alle ipotesi di esercizio elettorale sul proprio territorio, un’immagine distorta della situazione e indurle per il futuro a fare marcia indietro rispetto al consenso accordato in questa occasione, vanificando il paziente lavoro diplomatico che si è fatto per arrivare ad un risultato positivo. E questo non sarebbe meno preoccupante.

Ho chiesto, dunque, al Ministro degli Esteri di intervenire prontamente intanto perché sia fatta immediata chiarezza sui fatti e siano prese le dovute misure per riportare il rispetto della legge nella vicenda del rinnovo del COMITES. Ho chiesto, inoltre, quali orientamenti intenda dare ai nostri rappresentanti diplomatici affinché sia riportata la piena serenità all’interno della comunità e sia scongiurato il rischio di una reazione sfavorevole da parte delle autorità canadesi.

Quando sono in gioco il rispetto della legge, lo spirito di dialogo e di collaborazione all’interno di una delle più importanti comunità del nord America e i buoni rapporti con le autorità locali credo che tutti, dal Ministro degli esteri ai rappresentanti della comunità, qualunque orientamento essi abbiano, debbano sentire il dovere di assumersi precise responsabilità e impegnarsi concretamente a riportare tra i cittadini italiani di Toronto la legalità e la serenità nei rapporti reciproci.

On. Francesca La Marca

 On. Hon. Francesca La Marca

Circoscrizione Estero, Ripartizione Nord e Centro America
Electoral College – North and Central America
Piazza Campo Marzio, 00186 Roma
Tel. +39 06 6760 5703
lamarca_f@camera.it
www.francescalamarca.com

Posted in Italy, Politics | Tagged , , , | Comments Off

THE ANTONIO MEUCCI YOUNG INVENTORS’ COMPETITION

CALLING ALL YOUNG INVENTORS! IT IS TIME TO ENTER THE THE ANTONIO MEUCCI YOUNG INVENTORS’ COMPETITION Open to all Students in Grades 3-8.
THE ANTONIO MEUCCI YOUNG INVENTORS’ COMPETITION
Sponsored by the Garibaldi-Meucci Museum & Time Warner Cable

In keeping with the legacy of inventor Antonio Meucci(1808-1889), the Garibaldi-Meucci Museum and Time Warner Cable are pleased to announce The Young Inventors’ Competition to be held:
Sunday, June 14, 2015, 12-3 pm in Staten Island, (venue to be announced.)

Throughout his life time, Antonio Meucci was responsible for many inventions, improvements and ideas. These innovations included smokeless candles, coffee and tea filtering systems, oil/kerosene lamps and most notably, the telephone.

The contest is open to public, private, parochial and home school students in grades 3-8.

Students are to present an original idea for a new invention or an improvement upon an existing one. Inventions include anything from a kitchen gadget to machinery.

Cash Prizes awarded to individuals or group inventions.
• 3 First place – $200.00 each
• 3 Second place–$100.00 each
• 3 Third place–$50.00

For group inventions, the awarded prize will be presented to the group representative who will divide it equally among the group members.

Deadline for entries is Friday, May 8, 2015
Finalists will be notified via email by Friday, May 29, 2015
Final Competition, Sunday, June 14 2015. Staten Island, NY.

Contestants completed applications will first be judged by GMM and TWC representatives. Finalists will be invited to present their entries to a panel of expert judges on Sunday, June 14, 2015, in Staten Island.

Rules

1. Individual students or groups in grades 3-8 may apply.
2. Only completed applications will be accepted (photographs/ diagrams are optional but highly recommended)
3. Actual PROTOTYPE has only to be presented at the Final Competition, if selected.
4. Groups must list all names of group member’s on their application. Maximum, four per group. Students must be in the same grade.
5. Groups must designate one member to receive prize check. Designee is responsible for dividing prize among the group.
6. Ideas must be original and must come from students.
7. All applications must be completed and mailed before May 8,2015 to:

GARIBALDI-MEUCCI MUSEUM
420 Tompkins Ave.
Staten Island, NY 10305
Attention: Marianna Randazzo, Director of School Programs o

Judges will be looking for:
• Simple creative solutions to common problems and originality.
• An understanding of the scientific principles behind an invention.
Please note, there is no entrance fee.

For more information and application please email: mrandazzo@garibaldimeuccimuseum.org

Posted in Uncategorized | Comments Off